isola di socotra-spiaggia-mare blu-jpg

L’isola di Socotra: fantasia o realtà?

Una meta turistica anticonvenzionale: l’isola di Socotra

Se sei un piccolo Indiana Jones, sempre alla ricerca d’avventura, allora l’isola di Socotra è il posto giusto per te.

L’isola yemenita, divenuta patrimonio UNESCO nel 2008 grazie alla sua elevatissima biodiversità, è un’isola avvolta dai misteri, scopriamo quali.

Socotra, l’isola felice, lontana dalle guerre dello Yemen, è un paradiso naturalistico. Inaccessibile per 6 mesi l’anno, grazie alla forza dei monsoni; difficile da raggiungere per il resto del tempo, è una vera e propria sfida turistica. E tu sei pronto a vincerla?

isola di socotra-spiaggia-barca-jpgL’isola yemenita per il turista curioso

Un viaggio attraverso l’isola di Socotra non è per tutti, infatti prima di partire è necessario essere ben informati.

Per prima cosa c’è da dire che l’isola non conosce il turismo, infatti vi sono pochi alberghi (valutati con 2 stelle) e alcune guest-house, quindi se sei un professionista del comfort, cambia meta.

La maggior parte dei turisti decide di campeggiare sulla spiaggia; ciò ti da il modo sia di stare a contatto con la natura, sia di risparmiare visto che è gratis. Spiagge dai colori pastello, blu e incontaminate, in poche parole un ottimo risveglio mattutino.

Se sei un fan del fai da te, è meglio che ti arrendi e decidi di affidarti a una guida professionista del luogo. Infatti, sebbene gli abitanti dell’isola siano pacifici e tranquilli, non si può dire lo stesso del territorio, a tratti inospitale e pericoloso. Le escursioni sono da fare accompagnati, anche perché nell’isola non esistono ospedali, ma le guide conoscono i rudimenti di base di primo soccorso. Per quanto riguarda le malattie, non esistono pericoli conosciuti, né obbligo di vaccini.

Sappi che la tua guida, non è uno “schiavo”, bensì un amico con cui affrontare un’avventura unica e fantastica; trattalo con il rispetto che merita.

Ti ricordo che lo Yemen, è un paese musulmano, quindi per evitare problemi è necessario rispettare le tradizioni di questi popoli. In poche parole niente alcool e comportamenti lascivi in pubblico.

Ultimi due consigli: porta con te denaro contante, poiché a Socotra non esistono bancomat.

Rispetta l’ambiente, poiché l’isola di Socotra è un gioiello dal punto di vista naturalistico, preservarlo è compito di tutti. Non a caso parliamo di ecoturismo, ma sono sicuro che dopo aver visto la grandezza della natura il tuo must sarà: “guardare ma non toccare“.

Per ulteriori informazioni, ti rimando a questo interessante articolo di travel.fanpage.it, dal quale sono stato ispirato.

dracena drago di Socotra-albero-jpgL’isola di Socotra: dalle spiagge incantevoli al sangue di drago

Se decidi di intraprendere questo viaggio sicuramente sei un ecoturista, amante della natura, ma anche interessato “all’ozio isolano”, vediamo cosa ti offre l’isola in tal senso.

Come accennato prima, le spiagge sono tante e tutte bellissime, il mare è blu e incontaminato, e la sabbia fina e bianca che ti circonda è la cornice perfetta per un totale relax. Tra le spiagge più spettacolari, a detta di tutti c’è: Qalansiyah Beach, chi ci è stato dice che è impossibile descriverla a parole, sempre diversa e sempre emozionante. La tua guida ti farà chiudere gli occhi per poi aprirli e farti emozionare. Inoltre la spiaggia è una piscina naturale, quindi ottimo per la balneazione.

Se invece sei un amante del bird-watching, avrai l’imbarazzo della scelta, infatti sono ben 192 le specie di uccelli che puoi trovare. Il più famoso è senza dubbio il socotra sparrow, che prende il nome proprio dall’isola. Il socotra sparrow è un passero isolare, di 14 cm circa, se lo vuoi osservare, ora sai dove recarti.

L’isola, inoltre, ha una vastità infinita di piante, di cui il 37% uniche al mondo. La più affascinante è senza dubbio la dracena drago di Socotra, famosa perché da essa si estrae il sangue di drago (Daenerys docet).

Sì hai letto bene, sto parlando del sangue di drago, ovvero una resina rossa impiegata in modi diversi. Sull’isola di Socotra è considerata come una panacea, grazie alle sue proprietà coagulanti viene usata per guarire: le ferite, gli eczemi e altri disturbi della pelle, ma viene anche impiegata per abbassare la febbre, per disturbi gastrointestinali e liberare le vie respiratorie.

Narra la leggenda, che essa venga utilizzata anche per riti sciamanici voodoo, ma non ti preoccupare è solo una leggenda, o forse no? In ogni caso ricorda, esiste sempre la magia bianca.

Ad ogni modo la dracena, con la sua forma a ombrello rovesciato, è una particolarità che merita di essere vista, e rispettata per le sue proprietà magiche.

Io ti ho detto quello che so su quest’isola misteriosa, ora vai e scopri questo paradiso custode di una natura incontaminata.

3 pensieri riguardo “L’isola di Socotra: fantasia o realtà?

  1. Nozioni molto interessanti ed articolo molto ben scritto! Se ne sente parlare molto poco ed invece sembra un paradiso incantevole!

  2. Ho letto con piacere anche tutti gli altri articoli e li trovo scritti in maniera accattivante ed anche originale, pur fornendo tutte le indicazioni utili per il viaggiatore. Vien voglia di fare subito le valige ed andarle a visitare!

Lascia un commento