Asmara capitale dell'Eritrea-tramonto-arancione-jpg

Asmara la capitale dell’Eritrea dal gusto tutto italiano

Asmara la capitale dell’Eritrea e nuovo sito UNESCO

Per chi non lo sapesse Asmara è la capitale dell’Eritrea, ed è l’ideale per chi vuole conoscere il retaggio italiano in Eritrea. La capitale africana è divenuta patrimonio dell’UNESCO poiché: “rappresenta probabilmente il maggiore e più intatto concentrato di architettura modernista del mondo”

. Essa è entrata a far parte del patrimonio dell’umanità dal 2017, ovvero da pochissimo.

Grazie allo sforzo degli archietteti italiani, essa è divenuta il simbolo dell’idioma razionalista dell’architettura del tempo. Questo nuvo sito UNESCO ha racchiuso e difeso dallo scorrere del tempo circa 400 edifici risalenti al periodo fascista italiano.

Il sogno di Mussolini era quello di trasformare Asmara in una piccola Roma, non solo dal punto di vista architettonico ma anche della vita sociale della città. Per chi decide di fare un viaggio ad Asmara troverà edifici residenziali, bar, cinema, caffè, stazioni di servizio e palazzi governativi tutti di stampo italiano.

Asmara-fiat-tagliero-edificio-strada-jpg

 L’edifico modernista di Tagliero

Per antonomasia l’edifico modernista di Tagliero è considerato da tutti il simbolo del futurismo italiano in Eritrea. Tale edificio rappresenta una stazione di servizio, progettata dall’architetto Giuseppe Pettazzi. Dal 1938 ad oggi l’edifico è li , pronto a “spiccare il volo”, infatti esso può ricordare un aereo, con la sua torre centrale e le ali ai lati.

Narra la leggenda che gli operai di allora non volessero togliere i sostegni laterali, temendo il crollo dell’edifico. Fu così che l’architetto li costrinse, impugando una pistola, a togliere i sostegni. Da allora l’edificio è divenuto un simbolo per la città.

Asmara e l’italianità sono legate a filo doppio, chi ci è stato dice di sentirsi catapultato indietro nel tempo. I negozi, i bar gli edifici descrivono un’Italia che quasi non esiste più, ma che è esistita, e che vive tutt’oggi in questa città.

In questo sito UNESCO, un’Italia antica rivive attraverso l’architettura incorniciata, però, in un paesaggio del tutto diverso.

viaggio-libri-caffè-mappa-jpg

Viaggio ad Asmara: informazioni utili

Per chi decidesse di intraprendere un viaggio verso Asmara, la capitale dell’Eritrea meta non troppo turistica, ecco alcune informazioni utili.

Innazitutto è bene ricordare che esistono moltissime agenzie che propongono pacchetti vacanza già formati per tutti i tipi di turisti.

Se invece sei un turista fai da te ecco alcuni consigli:

i documenti necessari per entrare nel paese e non fare come Tom Hanks in The Terminal sono: il passaporto e un visto d’ingresso. E’ possibile richiedere il visto d’ingresso all’Ambasciata dello Stato di Eritrea a Roma o presso il Consolato dello Stato di Eritrea a Milano, per avere più info ecco la pagina ufficiale.

La valuta ufficiale è il nacfa eritreo, 1 euro vale 17.82 nacfa, quindi spendi i tuoi soldi ma con moderazione.

Da un punto di vista climatico i mesi migliori sono senza dubbio: marzo, aprile, settembre e ottobre; quindi se stai leggendo questo post ad agosto hai ancora un po’ di tempo per prepararti.

A 6 km a sud-ovest di Asmara è situato l’unico aereoporto, un’ottimo motivo per visitara la città no? La compagnia di bandiera è la Eritrean Airlines, che offre collegamenti con Amsterdam, Francoforte, Milano e Roma.

Se invece vuoi cercare altre soluzioni di viaggio prova siti come skyscanner e ti comparerà il prezzo migliore.

Cosa posso dirti di più un viaggio ad Asmara è sinonimo di scoperta di un sito UNESCO, è un viaggio diverso con tanto da scoprire, quindi che aspetti a pianificare il tuo viaggio!!!

 

Lascia un commento